ALBO D'ORO  dell'onorificenza

"Ordre du Pince-Nez en Plastique"
(Tappanaso di Plastica)

 

 anno  

   nome del vincitore  

motivazione 

  2017   

 * 

 

  2016   

  non assegnato  

Nessun kayaker si è particolarmente distinto nel corso del 2016

  2015   

Chiara CONTI

  Per aver imparato, in poche sedute, la manovra dell'eskimo nonostante i due istruttori (Bepom. e Jan)   


    *  per il 2017 il vincitore c'è, ma il suo nome comparirà in questo Albo d'Oro dopo l'investitura, che avverrà durante il primo evento pagaiatorio utile.


 

                           

    Il Blasone

Lo stemma araldico di questo ordine marinaresco, la cui origine si perde nella notte dei tempi,
consiste in uno scudo inquartato sovrastato da una corona, a simboleggiare la regalità della
attività pagaiatoria.  
La partizione contiene, nell'ordine:
--  kayaker in silhouette, che rappresenta l'attività praticata da tutti gli insigniti di tale ordine;
--  rosa dei venti, simbolo della navigazione e dell'orientamento;
--  pianta di Santonego (Artemisia maritima), ben conosciuta e ricercata erba dalle proprietà
medicamentose che i kayaker spesso raccolgono sfidando le infide acque della laguna;

--  tappanaso di plastica, in quanto oggetto e, nel contempo, simbolo di questo titolo nobiliare.

       

    Onorificenza "Tappanaso di Plastica"   -  
    Estratto dal Regolamento

  1.  Origine dell'onorificenza.
Sul finire dell'A.D. 2014 fu istituita questa ambitissima onorificenza. Fu promossa da due soci del CKF,
Nevio S. e Giovanni A. meglio conosciuti, rispettivamente, come Bepomarangon e Jan.
 
La loro autorevolezza ha avuto l'effetto di rendere il "Tappanaso di Plastica" il riconoscimento più ambito
da chi pratica il kayak da mare in Europa. 
Ricordiamo, per chi non lo sapesse, che questi due Paladini
del Golfo sono gli unici a potersi fregiare del titolo di
 "Gran Tenutari della Sapienza Marinaresca dell'Alto Adriatico".

  2.  Il premio.
Consiste in un prezioso tappanaso arcuato bicolore in plastica pregiata, saldamente legato a un cordino intessuto a
mano, da portarsi al collo.  Al di là dell'alto valore materiale, della pregevole fattura e della intrinseca bellezza
dell'oggetto, questo riconoscimento è ormai divenuto simbolo di appartenenza all'elite pagaiatoria.

 
  3.  Il Destinatario.
L'assegnazione  del titolo viene  decisa annualmente durante una riunione del Gran Consiglio dell'Ordine, i cui due
componenti sono gli stessi che hanno ideato questo titolo.  La riunione è valida, e quindi con proprietà deliberanti,
quando il numero dei presenti è pari alla metà degli aventi diritto più uno.  
ll Gran Consiglio quindi valuta
scrupolosamente quanto fatto dai kayaker durante l'anno, in termini di: imprese portate a termine, attività a favore
della comunità pagaiante, raggiungimento di vari livelli di abilità e quant'altro possa esser meritevole di
apprezzamento.  Vincitore sarà il kayaker che raggiunge l'unanimità dei voti.  
La decisone è insindacabile e pertanto non è ammesso alcun tipo di ricorso..

 

  4.  Luogo dell'investitura.
L'investitura, consistente nella consegna dell'ambìto tappanaso, avviene durante la domenica dell'evento
denominato "Casoni Aperti", promosso annualmente dal CKF. 
In caso di impossibilità la consegna avverrà durante una successiva manifestazione pubblica del CKF.

 

   Il Gran Consiglio dell'Ordre du Pince-nez en Plastique solleva da ogni responsabilità
civile e/o penale l'Ass. Sportiva Canoa Kayak Friuli.